Faremo l’America

CALAMAI ENRICO

faremo l'america

 

Enrico Calamai è stato definito lo “Schindler argentino” oppure “l’eroe discreto di Buenos Aires”. Il suo esordio narrativo è un j’accuse del regime militare argentino, ma prima ancora una denuncia dell’impari lotta tra le infinite pratiche dell’apparato burocratico e le singole esistenze. Scritto a Buenos Aires all’epoca del golpe di Videla, riflette il disagio di chi si trova asservito a una operatività scissa dall’etica, oltre che dall’estetica. Il console è inspiegabilmente sparito. Si decide di forzare la cassaforte del suo ufficio. Qui viene ritrovato un voluminoso fascicolo trasmesso alla Procura della Repubblica. I colleghi riferiscono che il materiale dattiloscritto acquisito agli atti potrebbe essere il resoconto del funzionario che negli ultimi tempi e in reiterate occasioni confidò un non meglio precisato “pressante bisogno di scrivere”. “Faremo l’America” è la trascrizione del fascicolo ritrovato. Non sappiamo come si chiami il console, non ci sono date, non si sa in quale paese si svolge la vicenda, anche tutto fa pensare all’Argentina dei desaparecidos…

Il libro è disponibile nelle seguenti strutture.
Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci.