Il Carbonchio azzurro

DOYLE ARTHUR CONAN

Natale era trascorso da due giorni quando andai a far visita al mio amico Sherlock Holmes: volevo porgergli gli auguri per il nuovo anno. Lo trovai che oziava sul divano, avvolto in una veste da camera color porpora con un reggi-pipe a portata di mano da un lato e dall’altro una pila di giornali spiegazzati evidentemente consultati da poco. Accanto al divano c’era una sedia con un cappello di feltro sdrucito e consunto appeso alla spalliera e un paio di pinze chirurgiche e una lente di ingrandimento sul ripiano imbottito che, pensai, dovevano esser state usate per esaminare a fondo il cappello in questione.

Il libro è disponibile nelle seguenti strutture.
Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci.