La frontiera scomparsa

Condannato all’esilio, Luis Sepúlveda abbandona giovanissimo il Cile per intraprendere un lungo viaggio attraverso gli immensi spazi dell’America Latina, a bordo di ogni tipo di veicolo o mezzo di trasporto. Dal Rio de la Plata agli altipiani della Bolivia, dalle ventose pianure del Chaco al caldo soffocante della foresta equatoriale, per varcare, infine, l’Atlantico e approdare alle colline dell’Andalusia. Un viaggio fitto di avventure e incontri, il racconto di una formazione con lo zaino in spalla.

Il libro è disponibile nelle seguenti strutture.
Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci.