La mancata cangura

RAMELLA VILMA

Un’estate incantata, al confine tra l’infanzia e la pubertà, quando ancora la curiosità non travalica i finestrini di un treno che viaggia soltanto per fermate, simboliche. Due mondi vicini per tradizioni e cultura, ma ancora fra loro incapaci di comunicare, verranno a misurarsi reciprocamente attraverso i drammi delle alluvioni, dell’emigrazione e della povertà, ma anche dei valori comuni di solidarietà e responsabilità. Il lavoro postumo della scrittrice, scoperto soltanto dopo la sua tragica scomparsa. Un grande affresco del Veneto e del Piemonte contadini del secondo dopoguerra, visto attraverso gli occhi trasognati di una bambina.

Il libro è disponibile nelle seguenti strutture.
Per qualsiasi informazione non esitare a contattarci.